CNA Rovigo lancia l’allarme: “La Perla non paga, da mesi, i confezionisti del Polesine”

Con una nota stampa diffusa nella giornata del 9 maggio, CNA Rovigo (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e media impresa) punta i riflettori sui mancati pagamenti da parte di La Perla ai laboratori di confezione della provincia. In questi anni, infatti, molti confezionisti del Polesine hanno lavorato per conto della maison.

Da mesi, però, queste aziende non ricevono i pagamenti dall’azienda che, lo scorso febbraio, è stata acquisita dal fondo di investimento Sapinda.

Nel comunicato stampa di CNA Federmoda Rovigo Riccardo Mancin, portavoce dell’associazione, dichiara: “I nostri laboratori da mesi non ricevono pagamenti per le attività prestate nei confronti dell’azienda e siamo tutti in attesa di verificare i contenuti del piano d’intervento del Gruppo”.

A breve, infatti, la proprietà di La Perla dovrebbe presentare il nuovo piano industriale.

Attualmente, CNA Rovigo sta lavorando per mappare il numero di laboratori coinvolti nella vertenza. Sembra infatti che, oltre ai laboratori  del Polesine,  potrebbero trovarsi in una situazione analoga anche altri confezionisti del Veneto e non solo. Per questo, il comunicato è stato diffuso anche alle altre sedi regionali di CNA.

L’associazione infatti punta a mettersi in “contatto con la direzione aziendale per stabilire rapporti diretti tra azienda e laboratori di confezioni interessati. La questione per noi tra l’altro riguarda tutto il settore che intendiamo tutelare nel migliore dei modi per non vedere intaccato uno dei settori storici della nostra provincia”. Ad oggi, infatti, non è mai stata coinvolta nella vertenza.

Potrebbero interessarti anche...