LINKS
 
GIUGNO 2017
SCARICA O SFOGLIA L'ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA
IO PENSO POSITIVO

Nell'era di internet, della multicanalità e dei social media è ancora la persona che può fare la differenza. La persona, cioè il desiderio di costruire, di rischiare su un’idea o su un progetto e, a volte, di continuare un’impresa famigliare. È questo che emerge anche sfogliando questo numero di Intimo Retail dove abbiamo voluto dare spazio ad alcuni esempi di imprenditoria che evidenziano quanto ancora oggi i risultati possano dipendere anche da variabili che sfuggono ai conti economici come la passione per il proprio lavoro, la fiducia nelle capacità proprie e in quelle dei collaboratori, la volontà di realizzare un sogno nel cassetto. Andate a leggere a pagina 28 l'articolo che racconta la storia di Massimiliano Stirparo, 40enne teramano che ha deciso di abbandonare il posto fisso per continuare l'attività dei suoi genitori in una regione come l'Abruzzo che, soprattutto in questi ultimi mesi, non sta vivendo un momento favorevole. Ma se date un'occhiata anche alle pagine dedicato ai Fitting Day di Chantelle potrete notare come l'iniziativa ha avuto un esito migliore soprattutto là dove i titolari dei punti vendita coinvolti hanno affiancato l’operazione di taglio prezzo con alcune attività consumer sviluppate grazie a piccoli investimenti sostenuti in autonomia. Ancora una volta, abbiamo la possibilità di scrivere e raccontare storie positive che dimostrano come sia possibile continuare a restare sul mercato, nonostante tutto. Ma per raggiungere questo obiettivo e tagliare il traguardo dei 90 anni, come ha fatto la boutique di Reggio Emilia Casa del Busto, occorre avere una visione di lungo periodo, la capacità di adeguarsi ai cambiamenti richiesti dal mercato e accettare il rischio implicato in ogni attività imprenditoriale. Ed è a questo livello che il retailer può scoprire anche di avere una vera e propria funzione sociale poiché con la sua attività diventa un punto di riferimento per il territorio su cui opera, contribuendo a mantenerlo vivo.  

 

IO PENSO POSITIVO

I risultati di un’attività commerciale dipendono anche da variabili diverse da quelle economiche come la passio per il proprio lavoro e il desiderio di rischiare su un progetto. La persona può far la differenza.

 

di Davide Bartesaghi