A Fimast 2018 il numero di espositori cresce del 15%

Tutto pronto per la quinta edizione di Fimast, la Fiera internazionale delle macchine e degli accessori per il settore tessile, in scena dal 30 maggio al 2 giugno a Brescia negli spazi del Brixia Forum. La kermesse a cadenza triennale inizia nel segno dell’ottimismo.

Gianpaolo Natali, presidente della manifestazione, è infatti soddisfatto dei risultati raggiunti: il numero di espositori, pari a circa un centinaio, è cresciuto di oltre il 15% rispetto all’edizione precedente. Il dato sale al 35% se il confronto è con l’edizione del 2012.

Anche per Fimast 2018, è confermata la formula degli spazi espositivi pre-allestiti, ma con un layout rinnovato, per presentare una fiera curata ed elegante. All’interno degli stand potranno essere visionate macchine di vario genere in funzione, flati, accessori, calze, tomaie, software e servizi. La rassegna, infatti, apre gli scenari sui maggiori produttori di macchine tessili, flati ed accessori.

«La Fiera rappresenta un’occasione di coesione tra le imprese», afferma Gianpaolo Natali. «Soprattutto è una straordinaria opportunità per confrontarci su tematiche quali: innovazione, ricerca, nuove opportunità verso mercati emergenti o ancora accesso ai finanziamenti per lo sviluppo. In sintesi, quattro giorni per fare business».

Durante la manifestazione, inoltre, nello spazio meeting, allestito al II° piano del padiglione espositivo del Brixia Forum, si svolgerà il matching tra domanda ed offerta, vale a dire tra buyer e aziende produttrici della filiera “calza”, voluto ed organizzato da Gianpaolo Natali, in collaborazione con Giovanna Prandini di Pro Brixia, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Brescia.

Gli incontri si svolgeranno, in una serie di appuntamenti tra circa 20 buyer ed una decina di aziende che hanno voluto approfittare del servizio messo a disposizione dell’organizzatore. Gli operatori, per lo più responsabili acquisti e tecnici di grandi brand produttori di calze e filati, hanno espresso una preferenza in merito alle aziende da incontrare durante il matching la cui durata prevista sarà di 30/45 minuti circa.

«I grandi eventi espositivi BTB fungono da catalizzatori per attirare da ogni parte del mondo una domanda qualificata e consapevole del nostro Made in Italy. Con Fimst portiamo l’estero in Italia e non viceversa», conclude Natali.

Tra gli eventi in programma, il 30 maggio alle 15.00, andrà in scena la presentazione dell’Osservatorio economico calzetteria, a cura del Centro servizi impresa (CSC) e di Adici (Associazione distretto calza e intimo). Il 31 maggio, invece, le due associazioni, in collaborazione con WGSN Italia, presenteranno le tendenze moda A/I 2019-20.

Potrebbero interessarti anche...