Borghi (Federmoda): “I presaldi? È concorrenza sleale”

Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vice presidente di Confcommercio

In merito ai presaldi che a Milano e in altre città italiane molti punti vendita stanno promuovendo in vista del Natale e prima dei saldi che scatteranno il 5 gennaio, Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia è netto e conciso: «Presaldi è un termine per me inesistente e che traduco in concorrenza sleale».

Interviene così l’imprenditore lombardo in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il 21 dicembre. «Posso comprendere che le aziende in un momento ancora difficile cerchino ogni mezzo per riprendere fiato, ma non posso giustificarle. Lo shopping natalizio è sui livelli dello scorso anno, ma la ripresa del Pil finora non tocca i consumi. […] Il vestiario invernale che incide di più sulle tasche dei negozianti comincia a essere venduto solo ora. Per questo, forse, sarebbe stato meglio posticipare i saldi a metà gennaio o fine mese. Ma visto che c’è data condivisa a livello nazionale, i negozianti la rispettino».

Potrebbero interessarti anche...